In applicazione della Convenzione "TPA - Training Program Agreement", siglata l'11 novembre 2018 tra la Federazione Italiana Rafting, in seguito denominata F.I.Raft, e la World Rafting Federation, in seguito denominata WRF, ai sensi della disposizione contenuta in detta Convenzione, secondo la quale la F.I.Raft si impegna a riconoscere ai possessori di certificazione WRF valida ed aggiornata una “corsia preferenziale” nell'ottenimento della qualifica di “tecnico F.I.Raft” in proporzione alla loro certificazione WRF, una volta che i requisiti per la qualifica F.I.Raft siano stati soddisfatti, i tecnici certificati WRF vengono inquadrati nelle liste federali come segue:

 

  1. il tecnico con cittadinanza non italiana, in possesso di certificazione WRF valida ed aggiornata, può fare richiesta alla Segreteria Federale, tramite la compilazione del  modulo allegato, di richiesta di prima iscrizione alla Federazione e di quello di tesseramento,  ed  essere inquadrato nell'elenco federale dei tecnici di II livello. Detta richiesta dovrà essere accompagnata da copia della certificazione WRF, dalla copia del documento d’identità e/o del passaporto, e dal pagamento delle quote di tesseramento ed assicurazione annuali, secondo le modalità indicate dalla F.I.Raft  sull’apposita circolare di fine  anno, relativa al tesseramento. Il tecnico WRF, così inquadrato nel rispettivo elenco federale nazionale, potrà svolgere l'attività istituzionale connessa alla qualifica riconosciuta previa frequenza del modulo sulla sicurezza;

  2. il tecnico con cittadinanza non italiana, in possesso di certificazione WRF di III livello, verrà inoltre inquadrato nell’elenco federale corrispondente alla medesima qualifica, previa frequenza del modulo sulla sicurezza e del superamento dell'esame di III livello (ultime 2 giornate del relativo corso);

  3. il tecnico con cittadinanza non italiana, in possesso di certificazione WRF di IV/A livello, sarà inquadrato nell’elenco federale corrispondente previa frequenza del modulo sulla sicurezza e del  superamento dell'esame di IV°/A.

 

I tecnici stranieri certificati WRF, tesserati e inquadrati nei rispettivi elenchi, dovranno osservare tutte le norme, deliberazioni e decisioni federali.